header Comunitą Lilium
        | Home | Progetti Comunitari | Dove Siamo | Contattaci | Lilium Notizie | Lilium Video | Facebook | Twitter | Google + | Linkedin | Cearpes |
[ Comunità Minori Lilium ]   vai alla versione in inglese
| Chi Siamo | Mission | Comunità | Centro Diurno | Convegni e Corsi di Formazione | Periodico L'Onda | Lavora con Noi | 5 per Mille |

-> IL RAPPORTO CON LA FAMIGLIA

Il progetto terapeutico-riabilitativo dell'utente, si basa sulla necessità di non escludere, salvo casi specifici, le famiglie dei ragazzi dai programmi seguiti da questi ultimi e sull'importanza di un loro adeguato e consapevole coinvolgimento. A questo proposito la comunità, che lavora principalmente sull'utente, richiede ai Servizi Invianti, compatibilmente con la loro organizzazione, di svolgere degli incontri di tipo psicoeducazionale e/o terapeutici con le famiglie allo scopo di promuovere in esse un adattamento parallelo e complementare alle trasformazioni del figlio/a.
La comunità richiede inoltre al S.I. di mediare nei rapporti tra la comunità ed i familiari qualora ci fosse scarsa collaborazione, difficoltà di comunicazione o incomprensione con i referenti familiari. Riteniamo infatti che la gestione della comunicazione con la famiglia sia una variabile determinante per gli esiti del trattamento. I rappresentanti terapeutici dell'équipe effettuano incontri periodici di informazione con i familiari dell'utente (mensilmente in occasione della visita al figlio/a), allo scopo principalmente di aggiornare i genitori sull'andamento del percorso comunitario e stimolare la loro collaborazione attiva. Per migliorare la qualità del lavoro comunitario si fa inoltre richiesta alla famiglia di sottoscrivere una serie di impegni con la comunità relativamente ai rapporti ed ai comportamenti da tenere con il figlio. Tale impegno, spiegato dai referenti comunitari, viene visionato, discusso e sottoscritto con i genitori o chi ne fa le veci al momento dell'ingresso dell'utente.